Manifestazione di interesse per la partecipazione a FLORACULT – Natura è Cultura – Roma, Casali del Pino, 23-24-25 aprile 2022.

La Regione Lazio, per il tramite del soggetto attuatore Lazio Innova, Unioncamere Lazio e la Camera di Commercio di Roma, […]

La Regione Lazio, per il tramite del soggetto attuatore Lazio Innova, Unioncamere Lazio e la Camera di Commercio di Roma, nell’ambito della partecipazione congiunta a manifestazioni fieristiche e allo scopo di sostenere il tessuto economico regionale, promuovono la partecipazione a FLORACULT – Natura è Cultura iniziativa che sisvolgerà a Roma, presso i Casali del Pino, dal 23 al 25 aprile 2022.

In questo ambito è intenzione degli Enti organizzare uno spazio espositivo per ospitare gratuitamente circa n. 25 aziende rappresentative delle migliori produzioni del Lazio.  La partecipazione di 8 di queste, è sostenuta con il contributo del POR FESR Lazio 2014-2020.

Gli Enti promotori e Lazio Innova daranno opportuna diffusione sui rispettivi siti istituzionali e su tutti i canali di comunicazione utilizzati per promuovere le iniziative.

FloraCult, promossa e organizzata da Ilaria Venturini Fendi e curata da Antonella Fornai, nota esperta di giardini, è una manifestazione nata per contribuire a riportare la natura al centro della cultura, in un processo di integrazione di cui oggi è impensabile fare a meno.

FloraCult si definisce come mostra mercato di florovivaismo amatoriale; le aziende e i vivai presenti si rivolgono ad un pubblico privato che acquista al dettaglio.

La manifestazione ha come riferimento privilegiato il privato cittadino appassionato di piante, alla ricerca di novità o rarità botaniche o comunque alla ricerca di soluzioni per il suo giardino, in particolare quando sono legate al biologico e al sostenibile. Per questo motivo saranno selezionate soprattutto aziende che si occupano di prodotti biologici per il giardino, attrezzatura da giardino, o aziende che, partendo dalla coltivazione biologica, trasformano le piante in prodotti (creme, essenze, prodotti agroalimentari).

Per facilitare e incentivare l’affluenza del pubblico sono previsti vari servizi: navette dalla stazione ferroviaria la Storta fino a FloraCult, punto informazioni e mappa dell’area espositiva, punti di ristoro, ATM, WIFI, parcheggi e carriole per il trasporto di piante e oggetti fino al proprio veicolo, consegna piante a domicilio.

Settori merceologici

I settori merceologici ammessi sono:

  1. Vivai collezionisti e produttori specializzati in una determinata varietà botanica o tipologia botanica;
  2. Vivai non produttori puri ma comunque capaci di produrre una collezione botanica accurata e selezionata (ad esempio collezioni di rampicanti, collezioni di rose antiche, collezioni di piante succulente ecc…) ricca e completa;
  •  Aziende orto florovivaistiche con coltivazioni biologiche;
  • Aziende che sperimentano tecnologie innovative ecosostenibili legate alla cura del giardino o dell’ambiente in generale (ad es. idroponico, vertical farm);
  • Aziende agricole che trasformano la loro produzione interna per la realizzazione di estratti come creme, essenze e prodotti alimentari e non alimentari;
  • Rivenditori o produttori di attrezzature per il giardino;
  • Aziende che propongono servizi legati alla cura del giardino;
  • Aziende che propongono corsi per attività agricole o di giardinaggio.

Spazio espositivo

Lo spazio espositivo di FloraCult è molto ampio e non definito da settori di competenza o da padiglioni tematici, il percorso fieristico infatti si snoda in maniera naturale intorno agli edifici del borgo in maniera tale da dare massima visibilità a tutti gli espositori senza isolarli, ma anzi inserendo ognuno in relazione al suo vicino affinché si valorizzino a vicenda.

Servizi inclusi per ogni area espositiva all’aperto di circa 20 mq:

  • pannello con la denominazione dell’azienda;
  • preparazione e manutenzione del percorso espositivo;
  • n. 3 tessere espositore;
  • predisposizione di punti acqua con tubi per irrigazione piante;
  • assicurazione dell’area espositiva;
  • servizio di sorveglianza notturna e videosorveglianza dell’area espositiva;
  • inserimento dell’azienda all’interno della brochure della manifestazione;
  • inserimento dell’azienda all’interno del sito web di FloraCult.

Accesso alla Manifestazione

L’accesso alla manifestazione sarà consentito in conformità alle disposizioni vigenti per il contrasto ed il contenimento della diffusione del COVID-19.

Modalità di presentazione della domanda di partecipazione

Le aziende interessate a partecipare alla collettiva regionale dovranno effettuare la registrazione entro e non oltre il 19 aprile 2022 al link https://www.laziointernational.it/partecipazione-a-floracult/  ed inviare il modulo apposito compilato e firmato digitalmente alla mail: internazionalizzazione@pec.lazioinnova.it

Criteri di ammissibilità generali

  • correttezza dell’iter amministrativo di presentazione della domanda di partecipazione (rispetto delle modalità e dei tempi);
  • completezza della domanda di partecipazione.

Requisiti di ammissibilità per le imprese invitate a partecipare

  • coerenza dell’attività dell’azienda con il settore o i settori economici cui la manifestazione è rivolta;
  • essere MPMI, come classificate nell’Allegato I del Regolamento (UE) n. 651/2014, in forma singola o associata in Consorzi, Società Consortili o Reti di imprese con personalità giuridica (Reti-soggetto), definite ai sensi dei commi 4-ter e 4-quater dell’art. 3 del Decreto-legge n. 5 del 10 Febbraio 2009, convertito, con modificazioni, nella Legge n. 33 del 09 Aprile 2009 e ss.mm.ii., al momento della presentazione della manifestazione di interesse;
  • essere regolarmente iscritte nel Registro delle Imprese della C.C.I.A.A. competente per territorio e deve essere in regola, al momento della presentazione della manifestazione di interesse o comunque entro i termini di chiusura di presentazione della stessa, con il pagamento del diritto annuale e con la dichiarazione dell’attività esercitata;
  • esercitare, in relazione alla sede laziale, un’attività economica coerente con il settore;
  • non essere beneficiarie di agevolazioni pubbliche relative alla partecipazione alla manifestazione fieristica in questione né abbiano presentato domande di agevolazione per partecipare alla medesima manifestazione;
  • essere nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, attive e non siano sottoposte né siano state sottoposte, nei cinque anni precedenti, a procedure di liquidazione volontaria, liquidazione coatta, fallimento, concordato preventivo (ad eccezione del concordato preventivo con continuità aziendale) ed ogni altra procedura concorsuale né abbiano in corso un procedimento per la dichiarazione di una delle suddette situazioni;
  • possedere capacità di contrarre ovvero non siano state oggetto di sanzione interdittiva o altra sanzione che comporti il divieto di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
  • non avere Amministratori e/o Legali Rappresentanti che siano stati condannati con sentenza passata in giudicato ovvero nei cui confronti sia stato emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile o sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 c.p.p., per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale (è comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per reati di partecipazione ad un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio);
  • non avere Amministratori e/o Legali Rappresentanti che si siano resi colpevoli di false dichiarazioni nei rapporti con la Pubblica Amministrazione.

Condizioni di esclusione

Sono escluse dalla partecipazione le imprese già presenti alla manifestazione con un proprio stand e le imprese morose nei confronti degli organizzatori per somme relative a precedenti manifestazioni, ovvero morose nei confronti di altri organismi in collaborazione con i quali gli organizzatori promuovono le iniziative.

Criteri di selezione e comunicazione di ammissione

Gli spazi espositivi saranno assegnati a ciascuna impresa secondo l’ordine cronologico di presentazione della Manifestazione di interesse, trattandosi di procedura a sportello.

Nel caso in cui gli spazi espositivi messi a disposizione dall’Ente organizzatore fossero inferiori alle richieste di partecipazione all’iniziativa da parte delle imprese, si procederà all’ammissione all’evento secondo i seguenti criteri:

  • attinenza rispetto al prodotto/servizio oggetto della manifestazione;
  • distribuzione sul territorio regionale;
  • copertura dei diversi segmenti di offerta.

Le imprese ammesse riceveranno apposita comunicazione riguardo alle modalità di organizzazione e gestione del proprio stand e saranno invitate a confermare la propria partecipazione secondo i termini e le modalità contenute nella stessa. Il mancato rispetto dei termini comporterà l’esclusione dell’azienda. La mancata partecipazione senza giustificato motivo potrebbe essere causa di esclusione dell’impresa ad iniziative future organizzate da Regione Lazio, Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma.

Si segnala, inoltre, che la suddetta manifestazione di interesse non vincola gli Enti promotori che si riservano, in qualsiasi momento, di poter annullare, qualora le circostanze lo richiedessero, l’organizzazione della collettiva regionale alla Fiera in oggetto.

Regime di aiuto

Considerata a volontà degli Enti promotori di venire incontro alle esigenze delle imprese selezionate in collettiva, la partecipazione alla manifestazione è gratuita, nel rispetto dei limiti del regime “de minimis”, fermo restando che rimangono a carico delle stesse le spese relative ad ogni ulteriore servizio extra di personalizzazione richiesto dalle imprese medesime.

Il sostegno alle imprese si configura quale aiuto indiretto, per la partecipazione alle iniziative e manifestazioni promosse dalla Regione Lazio e sarà concesso nel rispetto delle disposizioni di cui al Regolamento (UE) n.1407/2013 del 18 dicembre 2013 relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti “de minimis”.

A seguito dell’obbligo di consultazione preventiva e di implementazione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, di cui al Regolamento MISE n. 115 del 31 maggio 2017, gli importi relativi alle agevolazioni concesse verranno conseguentemente inseriti nel suddetto Registro, fino ad un importo massimo di € 1.220,00 (milleduecentoventi/00) per impresa.

Come previsto dall’art. 3 par. 7 dello stesso Regolamento, qualora la concessione di nuovi aiuti “de minimis” comporti il superamento dei massimali previsti, nessuna delle nuove misure di aiuto può beneficiare del Regolamento.

L’importo massimo delle agevolazioni in regime “de minimis” che possono essere concesse ad una medesima impresa in un triennio (l’esercizio finanziario in corso e i due precedenti), senza la preventiva notifica ed autorizzazione da parte della Commissione Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di concorrenza tra le imprese, è pari a € 200.000,00.

In caso di superamento delle soglie predette, l’agevolazione suindicata non potrà essere concessa, neppure per la parte che non superi detti massimali.

Si fa presente che ciascuna impresa può monitorare l’importo delle agevolazioni in regime “de minimis” di cui ha beneficiato a far data dal 12 agosto 2017, sul sito del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato nella sezione Trasparenza al seguente link:

https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx

PRIVACY

I dati forniti saranno trattati dagli organizzatori in osservanza di quanto disposto dal Regolamento UE 679/2016 sulla protezione dei dati personali.

Per informazioni rivolgersi a:

Per la Regione Lazio Innova S.p.A. – Internazionalizzazione & Cluster:

  • e-mail: internazionalizzazione@lazioinnova.it
  • tel. 06.60.51.60;

Camera di Commercio di Roma – Area III Promozione e Sviluppo – Servizio Filiere produttive e Fiere:

  • e-mail: attivita.promozionali@rm.camcom.it
  • tel. 06.52082571 – 2065

Unioncamere Lazio – Area Promozione:

  • e-mail: areapromozione@unioncamerelazio.it
  • tel. 06.699.40153
Vai a tutte le notizie