Formazione Continua per Internazionalizzare la tua impresa

ORIENTAMENTO&FORMAZIONE 4.0   La Regione Lazio, in collaborazione con partner strategici nazionali e internazionali ha strutturato un programma di appuntamento […]

ORIENTAMENTO&FORMAZIONE 4.0

 

La Regione Lazio, in collaborazione con partner strategici nazionali e internazionali ha strutturato un programma di appuntamento di orientamento, informazione e formazione indirizzato ad offrire al sistema imprenditoriale ed a quello dell’innovazione  strumenti e conoscenze per affrontare le sfide dei mercati internazionali.

Si tratta in gran parte di attività realizzate in co-progettazione con il Sistema Camerale, ICE – Agenzia, il Gruppo SACE SIMEST, il sistema delle Camere di Commercio italiane all’estero, Tecnopolo  SpA, ecc.

In particolare si tratta di iniziative e servizi di informazione, orientamento e formazione alle imprese sui temi della internazionalizzazione, con particolare riferimento agli interventi indiretti relativi a:

  • l’organizzazione di tavoli, seminari – fra cui il ciclo di seminari IntFormatevi, giunto alla XIII edizione – convegni, dibattiti, iniziative di formazione per gli operatori del settore relativamente agli aspetti specialistici sulle tematiche connesse ai mercati internazionali ed alla cooperazione internazionale; si prevedono altresì forme alternative di informazione/formazione, come gli “small talk”, pillole formative a carattere tematico, nonché i MOOC (Massive Open Online Courses), corsi gratuiti, disponibili on line, sviluppati dalle più importanti istituzioni formative mondiali.
  • la diffusione di informazioni sulle politiche commerciali, produttive, finanziarie, sugli strumenti messi a disposizione a livello regionale, statale e comunitario anche attraverso la promozione di rapporti con le strutture dell’Unione europea e di altri organismi internazionali.

 

I seminari copriranno  temi classici ma soprattutto si concentrerà su alcuni nuovi in modo che le imprese sapranno affrontare l’internazionalizzazione in un mondo sempre più interconnesso.

 

 

AGENDA DEGLI INCONTRI

Zoom: 10 marzo 2021 – ore 15.00

Digital Meeting State of Indiana – USA – Percorsi di internazionalizzazione ed opportunità per le PMI del Lazio

Obiettivo: Identificare aziende pronte ed interessate ad iniziare a operare in questo Stato e/o rafforzare la presenza attraverso il contatto diretto con la rappresentanza istituzionale.

Target: Aziende operanti nel settore aerospazio e bioscienze, di dimensioni medio/grande (in qualche segmento vanno bene anche le piccole aziende, e quindi senza scala sufficiente per rispondere alle esigenze di un mercato complesso e di dimensioni dello Stato dell’Indiana.

Perché lo State of Indiana – USA

Nel settore Life Science-HC il panorama si compone di 2100 aziende con oltre 56.000 addetti:

•             Indiana è Top 5 in US nel settor Life Sciences

•             2° Stato per più alta concentrazione di lavoratori Biopharma

•             2° esportatore Americano in Life Sciences Products

•             Capitale mondiale della produzione di protesi ortopediche (Warsaw)

•             6 università con facoltà e percorsi formativi specialistici

•             Networking strutturato ( Biocrossroads initiative)

Tra le presenze straniere: Abbott Lab, AIT Lab, Bayer,HC, Beckman Coulter Astra Zeneca, Cook Medical, Ely Lilly, Hill Rom, i Salus, Medtronic, PTS Diagnostics, Roche Diagnostics, Sigma Tau Pharma, Zimmer Biomet, Esaote, Exelead.

Nel settore Aerospace:

•             Grande impulso : +1800 newjobs dal 2013 + di 38.000 ingegneri ( + 46% della media americana)

•             6° in US per attrattività Aerospace

•             28.9%media di export annuale

•             8 Università con i migliori programmi di formazione

Tra le presenze straniere: GE Aviation, Navsea,Northrop Grumman, Aerotronic, , AAR, HAYNES Honeywell, Key Electronics Allison Trasmission, Raytheon, Rolls- Royce Harris, Comlux AM General.

Formazione e Orientamento – State of Indiana – USA Percorsi di (laziointernational.it)

 

Zoom: 25 febbraio 2021 – ore 15.00

Digital Meeting:La filiera dell’Agroindustria in Brasile: il ruolo della GDO nei processi di esportazione – Incontro realizzato in collaborazione con ICE San Paolo

Obiettivo: Identificare aziende pronte ed interessate ad iniziare a lavorare in questo mercato e/o rafforzare la presenza attraverso il contatto diretto con buyer ed importatori.

Target: Aziende operanti nel settore agroalimentare e delle bevande, di dimensioni medio/grande (in qualche segmento vanno bene anche le piccole aziende, ma non quelle eccessivamente artigianali e quindi senza scala sufficiente per rispondere alle esigenze di un mercato complesso e di dimensioni continentali come il brasiliano.

Perchè il Brasile e l‘Agroindustria: Le importazioni brasiliane di prodotti agroalimentari e bevande sono ammontate a USD 8,6 mld nel 2020, cifra in rialzo del 4,75% rispetto all'anno precedente. L’Italia è il 9º fornitore nel comparto, con quota del 2,7%.

Progetti e Iniziative – LA FILIERA DELL'AGROINDUSTRIA IN BRASILE (laziointernational.it)

————————————————————-

Zoom: 4 marzo 2021 – ore 12.00

Digital MeetingFEDERAZIONE RUSSA – Gli scenari futuri dei programmi Aerospaziali. Verso l’International Aviation & Space Salon – MAKS 2021

Obiettivo: Identificare aziende laziali interessate a conoscere il mercato russo e/o rafforzare la presenza attraverso l’interlocuzione diretta con referenti aziendali e partner russi.

Target: Aziende laziali operanti nella filiera del settore Aerospazio, Sicurezza e Space Economy.

Perchè la Russia e l’Areospazio, perché MAKS: In ambito internazionale MAKS è il principale evento aeronautico della Federazione Russa e l’evento ideale per costruire contatti commerciali e scientifici duraturi e rafforzare l'interazione con il Ministero dei Trasporti e il Ministero dell'Istruzione e della Scienza della Russia, oltre che con le regioni della Federazione Russa.Nel 2020 (gen-sett), il settore Aeromobili, veicoli spaziali e relativi dispositivi, ha avuto una RILEVANTE CRESCITA DELL’EXPORT LAZIALE, passando dai 58 milioni di euro del 2019 ai 123 milioni del 2020 (+110%). 

 

Vai a tutte le notizie