Nominati i membri dell’organo di governo del Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio – con Nicola Tasco la Regione Lazio nel board di CTNA

Nicola Tasco, presidente di Lazio Innova, entra nel board del Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio (CTNA), aggregatore dei principali attori del sistema aerospaziale nazionale. […]

Nicola Tasco, presidente di Lazio Innova, entra nel board del Cluster Tecnologico Nazionale Aerospazio (CTNA), aggregatore dei principali attori del sistema aerospaziale nazionale. Tra i suoi obiettivi il CTNA persegue in particolare il posizionamento dell’industria aerospaziale italiana ai livelli più alti e importanti in Europa, sia nel settore aeronautico, sia nella ricerca spaziale per lo sviluppo, la salvaguardia e il mantenimento del ruolo di leadership nelle tecnologie abilitanti.

Tra i fondatori del CTNA c’è il Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio (DTA), gestito Lazio Innova che in tal modo sostiene il settore di riferimento sul proprio territorio, composto da: università e centri di ricerca di fama mondiale; grandi imprese e unità produttive di proprietà di gruppi internazionali; PMI in grado di fornire componenti, servizi e supporto tecnico/industriale; startup innovative.

Il DTA Lazio nasce sedici anni fa dall’accordo di programma quadro tra Regione Lazio, Ministero dell’Economia e delle Finanze e Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, opera in coerenza con gli obiettivi della Smart Specialisation Strategy (S3) della Regione Lazio, sostiene un settore strategico con eccellenze nella ricerca e nella leadership industriale a livello nazionale, europeo e mondiale.

Nel Lazio sono presenti grandi gruppi di eccellenza internazionale specializzati nei settori elettronica, sensoristica, avionica, componentistica e materiali innovativi, “spazio” e applicazioni e servizi satellitari; realtà di piccole e medie dimensioni di subfornitura elettronica, ICT, materiali avanzati e servizi aeronautici e aeroportuali. I numerosi impianti diffusi su tutto il territorio regionale producono componenti dei lanciatori Ariane e Vega, satelliti, radar e sistemi di equipaggiamento per velivoli ed elicotteri.

Il Lazio è l’unica regione italiana in cui è presente l’intera filiera aerospaziale e conta: circa 250 aziende tra grandi, piccole e medie imprese con 23.500 addetti e un fatturato annuo di oltre 5 miliardi, di cui 1,6 miliardi destinati all’export; una rete che si avvale del contributo di 10 primari organismi di ricerca, 5 università con 4 facoltà di ingegneria e circa 30 programmi universitari di formazione superiore, 3.000 tra professori universitari, ricercatori e altri specialisti coinvolti in attività di ricerca.

Il Lazio ospita inoltre le sedi generali di ASI (Agenzia Spaziale Italiana), ENAV (National Air Traffic Control Service Provider), ENAC (Authority di regolazione tecnica, certificazione, vigilanza e controllo nel settore dell’aviazione civile in Italia) e ESRIN (European Space Research Institute) facente capo all’ESA (Agenzia Spaziale europea).

Il CTNA in pillole

Il CTNA è un’associazione senza scopo di lucro che aggrega tutti gli attori principali del sistema aerospaziale nazionale: Grandi, Medie e Piccole Aziende, Centri di Ricerca, Mondo Accademico, Istituzioni Governative, Agenzie e Piattaforme nazionali, Federazioni di Categoria, Distretti industriali e tecnologici aerospaziali regionali. Il Piano Strategico del CTNA è in linea e si accorda con le politiche europee sull’aerospazio, con particolare riferimento a HORIZON 2020 e alle visioni strategiche a livello europeo promosse da ACARE e ESA, riprese a livello nazionale dalle piattaforme ACARE Italia e Spin-IT, rispettivamente per il settore Aeronautico e Spazio.

L’attività del CTNA è guidata da una serie di obiettivi strategici di alto livello per il sistema aerospaziale nazionale che riguardano la valorizzazione delle eccellenze tecnologiche nazionali, il potenziamento del sistema di ricerca ed innovazione, lo sviluppo di tutti gli attori industriali lungo la filiera di settore, il rafforzamento della competitività a livello nazionale ed internazionale e la crescita qualitativa e quantitativa dell’occupazione del comparto.

I soci del CTNA sono AIAD, ASI, Avio Aero, Leonardo, Cira, CNR e dodici distretti aerospaziali regionali (Piemonte, Lombardia, Emilia Romagna, Liguria, Toscana, Umbria, Lazio, Abruzzo, Sardegna, Campania, Puglia e Basilicata).

L’organo di governo risulta composto da 4 rappresentanti dei distretti aerospaziali di Lombardia, Lazio, Campania e Basilicata e 5 rappresentanti degli azionisti Leonardo, ASI, CNR, Avio Aero, Aiad.

Per essere aggiornato sulle iniziative della Regione Lazio e le opportunità promosse da Lazio Innova a supporto di startup e PMI innovative nell'ambito del settore Aerospazio e Sicurezza, se non l'hai ancora fatto, entra a far parte della Comunità degli Innovatori – Lazio 2030 su LinkedIn al link:

Aerospazio e Sicurezza https://www.linkedin.com/groups/8847462/

Vai a tutte le notizie