Rimandato il Salone internazionale del Libro di Torino

A seguito della situazione di emergenza Nazionale ed internazionale il Salone internazionale del Libro di Torino, in programma dal 14 al 18 maggio prossimo, è stato rimandato a data da destinarsi.

A seguito della situazione di emergenza Nazionale ed  internazionale il Salone internazionale del Libro di Torino, in programma dal 14 al 18 maggio prossimo, è stato rimandato a data da destinarsi.

“La Fondazione del Salone del libro di Torino – spiega una nota – anche quest'anno si farà e sarà una grande occasione di incontro tra autori, editori e lettori. L'organizzazione sta lavorando all'edizione 2020, ma per poter continuare a essere un punto di riferimento di questa straordinaria comunità, il Salone del Libro deve prima di tutto garantire le condizioni di sicurezza e di salute del suo pubblico, dei suoi espositori e del personale che vi lavora. Per questo motivo, preso atto della situazione di emergenza, nazionale e internazionale, nella quale ci troviamo, e in accordo con le istituzioni e i partner che collaborano in maniera essenziale alla sua organizzazione, oltre che con Lingotto Fiere, il Salone del Libro di Torino ha valutato necessario e responsabile rimandare la manifestazione a una data che comunicheremo prima possibile".

La Regione Lazio, Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma, una volta appresa la nuova data, organizzeranno la loro presenza all’edizione 2020 del Salone Internazionale del Libro di Torino,  con modalità che verranno comunicate per tempo attraverso i consueti canali di comunicazione.

 

Per informazioni e aggiornamenti visita periodicamente www.laziointernational.it

Vai a tutte le notizie