La Regione Lazio al Farnborough International Airshow 2020 Richiesta manifestazione di interesse

  La Regione Lazio organizza la partecipazione al Farnborough International Airshow 2020 (www.farnborough.com) e seleziona una rappresentanza di Imprese e […]

 

La Regione Lazio organizza la partecipazione al Farnborough International Airshow 2020 (www.farnborough.com) e seleziona una rappresentanza di Imprese e Startup per la partecipazione in collettiva al Salone, che si svolgerà nelle vicinanze di Londra dal 20 al 24 luglio.

L’iniziativa, che ha carattere biennale, rappresenta una vetrina d’eccellenza internazionale per l’industria aerospaziale e per le tecnologie più innovative di settore, un hub che accoglie aziende leader di mercato ed offre un'opportunità unica per incontrare e stringere nuove relazioni con stakeholder industriali ed istituzionali. I numeri registrati nella precedente edizione confermano il posizionamento strategico del FIA quale innovation hub in termini di prodotti, servizi e capabilities, che ospita i principali player internazionali del settore: oltre 120 delegazioni ufficiali provenienti da 88 Paesi; 1.500 aziende espositrici, con una percentuale di aziende non UK pari al 71%, provenienti da 48 Paesi; circa 80.000 visitatori professionali, provenienti da 96 Paesi; 156 delegazioni istituzionali.

Il progetto regionale prevede l’allestimento di un’area espositiva di 122 mq che rappresenterà il Lazio come regione della Spazio, in linea con il Piano Strategico Nazionale per la Space Economy, e dove sarà rappresentato il DTA – Distretto Tecnologico Aerospaziale del Lazio.

Lo stand regionale, posizionato all’interno del Padiglione Italia, coordinato da AIAD, usufruirà dei servizi e della visibilità garantita dal Sistema Italia. L’area italiana sarà caratterizzata anche da Totem identificativi, collocati all’esterno di ciascuno stand.

La Regione Lazio seleziona una rappresentanza del mondo dell’industria, della ricerca e dell’ecosistema delle startup e degli spin-off universitari del Lazio, operativi nell’ambito della filiera dell’Aerospazio e della Sicurezza. Queste saranno ospitate all’interno dello stand regionale ed usufruiranno di spazi per realizzare incontri di business e partecipare ad attività di sistema e iniziative di networking con stakeholder nazionali ed internazionali promosse dalla Regione a favore della Filiera. Inoltre, PMI/ Startup selezionate  usufruiranno dei servizi e della visibilità garantita dal Sistema Italia presente nel Padiglione, grazie all’attività di community building che la Regione Lazio, in qualità di Socio fondatore del CTNA, metterà in campo in collaborazione con gli stakeholder nazionali partecipanti al FIA (AIAD, ASI, ICE-Agenzia, Ministero della Difesa, ecc.).

La partecipazione è aperta ai seguenti settori:

  • Elettronica avanzata e Sensoristica
  • Avionica
  • Micro e Nano satelliti
  • Componentistica e materiali innovativi
  • Spazio, Applicazioni e Servizi satellitari
  • Big Data analytics e Sviluppo di applicazioni
  • SPACE ECONOMY

Ai fini della selezione sarà considerato l’ordine di arrivo delle manifestazioni di interesse ed i seguenti criteri di premialità:

  • incubazione presso gli Spazi Attivi regionali
  • aver beneficiato di finanziamenti a valere su bandi regionali – interventi diretti
  • rappresentare una startup o e PMI Innovativa iscritta alla sessione speciale del Registro Imprese della  Camera di Commercio
  • avere la percentuale del fatturato (< al 30%) sviluppato in ambito SPACE ECONOMY (downstream services che utilizzano dati spaziali che svolgono un ruolo chiave nell’affrontare importanti societal Challenges come transport, secure societies, environment, food security, etc.)
  • disponibilità ad esporre prodotti/servizi di eccellenza e/o innovazione tecnologica, all’interno dello stand regionale.

Le spese per la partecipazione al Salone sono così suddivise:

  1. a carico della Regione Lazio sarà l’acquisizione dell’area espositiva comprensiva dell’allestimento dell’area comune, della personalizzazione grafica, delle iniziative di supporto e delle attività di networking nazionale e internazionale a favore delle aziende;
  1. a carico delle aziende partecipanti, oltre alle spese di viaggio e soggiorno dei propri rappresentanti e di eventuali spedizioni di oggetti o materiale di comunicazione, sarà la quota di partecipazione di € 600,00 + Iva; di € 250,00 + Iva per le startup innovative. I contributi saranno da rimettere a Lazio Innova S.p.A. attraverso bonifico bancario, IBAN IT13F0100503231000000004901 presso BNL, specificando la causale FIA – Farnborough International Airshow 2020.

 

In caso di interesse a prendere parte al progetto è necessario registrarsi e compilare online la domanda di partecipazione attraverso il link http://www.laziointernational.it/polls.asp?p=276

La procedura di adesione deve essere completata entro, e non oltre, venerdì 19 marzo 2020.

Si comunica che le spese che sosterranno gli organizzatori per la partecipazione all’iniziativa in oggetto, saranno da considerarsi quale “Aiuto in regime de minimis”, ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013.

Si ricorda che l’importo massimo delle agevolazioni in regime “de minimis” che possono essere concesse ad una medesima impresa in un triennio (l’esercizio finanziario in corso e i due precedenti), senza la preventiva notifica ed autorizzazione da parte della Commissione Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di concorrenza tra le imprese, è pari a € 200.000,00.

In caso di superamento delle soglie predette, l’agevolazione suindicata non potrà essere concessa, neppure per la parte che non superi detti massimali.

Nel caso l’agevolazione dovesse essere dichiarata incompatibile con le norme del trattato sul funzionamento dell’UE dalla Commissione Europea e l’impresa dovesse risultare destinataria di aiuti di Stato per un importo superiore a tali soglie, sarà soggetta al recupero della totalità dell’agevolazione concessa, e non solo della parte eccedente la soglia “de minimis”.

A seguito dell’obbligo di consultazione preventiva e di implementazione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, di cui al Regolamento MISE n. 115 del 31 maggio 2017, gli importi relativi alle agevolazioni concesse verranno conseguentemente inseriti nel suddetto Registro, fino ad un importo di circa 4000,00 (quattromila) per azienda.

Si richiede, infine, all’impresa di comunicare agli organizzatori se ha beneficiato, nell’esercizio finanziario in corso e nei due esercizi finanziari precedenti, di aiuti a titolo “de minimis” ed in caso affermativo di specificare importo, ente erogatore e data.   

Per informazioni rivolgersi a Lazio Innova S.p.A. – Internazionalizzazione, Cluster & Studi, email: internazionalizzazione@lazioinnova.it – tel. 06-60516.647-658-629-648.

Vai a tutte le notizie