La Regione Lazio a Farnborough con le imprese dell’Aerospazio

La Regione Lazio porta le PMI e le startup del territorio al "Farnborough International Airshow 2018", il più importante appuntamento internazionale […]

La Regione Lazio porta le PMI e le startup del territorio al "Farnborough International Airshow 2018", il più importante appuntamento internazionale per l’industria aerospaziale che si svolge in Inghilterra fino al 22 luglio.

La Regione Lazio partecipa, fino al 22 luglio, al Farnborough International Airshow 2018, il più importante appuntamento internazionale per l’industria aerospaziale.

Presso lo spazio regionale, all’interno del Padiglione Italia, è presente un’area espositiva e per incontri b2b che ospita 15 PMI del Lazio, in rappresentanza dell’eccellenza tecnologica per l’Aerospazio nei settori

• Elettronica avanzata per applicazioni spaziali e non spaziali e sensoristica

• Avionica

• Micro e Nano satelliti

• Componentistica e materiali innovativi

• Big Data analytics e Sviluppo di applicazioni

• Spazio, Applicazioni e Servizi satellitari, Space Economy

La delegazione regionale, guidata dall’assessore allo Sviluppo Economico Gian Paolo Manzella, ha organizzato, con il supporto di Lazio Innova, diverse iniziative di sostegno e attività di networking nazionale e internazionale per le PMI e startup laziali presenti a Farnborough. Tra le diverse iniziative in programma, segnaliamo il focus “Space Economy, Big data e Digital transformation: bring the Space closer to the needs of the earth. The Lazio Experiences”per approfondire la Space Economy e le sue applicazioni. E inoltre, sarà presentato il bando Space Economy, per la realizzazione e attivazione di un sistema satellitare innovativo, denominato Ital-GovSatCom, per l’erogazione di servizi di telecomunicazioni con caratteristiche di sicurezza, resilienza e affidabilità tali da consentire il suo utilizzo per scopi istituzionali.

Con i suoi 5 miliardi di euro di fatturato, 23.500 occupati e 3.000 ricercatori, il settore dell’Aerospazio e della Sicurezza rappresenta una delle grandi ricchezze della nostra Regione. Una filiera che, accanto ai grandi player quali Leonardo, Thales Alenia Space, Avio, Telespazio o Elettronica, vede la presenza di numerose imprese medie e piccole che operano sulla ‘frontiera tecnologica’ e che la Regione sostiene nei grandi appuntamenti internazionali, come il Farnborough International Airshow.

La Gauss e i suoi satelliti made in Lazio progettati a partire dalle ricerche della scuola di ingegneria aerospaziale della Sapienza, la GM Spazio e le sue soluzioni di monitoraggio e sorveglianza a partire dai dati satellitari, la Mes e i suoi sistemi di meccanica di precisione per aerei militari, la Superelectric e i suoi droni: sono solo alcune delle 18 realtà imprenditoriali e della ricerca laziali che da oggi a domenica hanno l’occasione di presentare prodotti e servizi, incontrare potenziali partner e confrontarsi con i concorrenti di tutto il mondo.

La Regione le ha portate al Salone di Farnborough, coordinando la loro presenza come ‘sistema’ e valorizzando le loro capacità tecnologiche. Un’azione che stiamo portando avanti da quattro anni con ottimi risultati per le aziende e i player del territorio.

Non dobbiamo dimenticare che il Lazio in questo settore ha una vera e propria filiera completa, rappresentata da Università, grandi imprese, realtà piccole e medie, startup e spin-off. E realtà istituzionali come l’Asi o l’Esa pronte a collaborare per rafforzare il settore.

Come Regione puntiamo a sostenere questa filiera e a renderla più forte. Dobbiamo avere l’ambizione di sviluppare nei nostri giovani i valori di impresa, a partire dalle scuole, aiutare le piccole imprese a crescere e sostenere le grandi, in uno scenario competitivo sempre più difficile. Ci sarà tutto il nostro impegno per questo obiettivo. Questo è un settore strategico: per il nostro oggi e per il nostro domani.” Ha dichiarato Gian Paolo Manzella.

Vai a tutte le notizie