Cooperazione economica tra Lazio e Tianjin

Prendono corpo le prospettive di scambio, partnership e investimenti delineate nei precedenti incontri tra la Regione e la municipalità cinese

 

 

Il 19 gennaio si è tenuto nella sede della Regione Lazio il workshop “Tianjin – Lazio, new perspectives for bilateral economic cooperation”, evento conclusivo di una visita di quattro giorni nel Lazio di una delegazione di alto profilo istituzionale della Municipalità cinese di Tianjin.

L’incontro – organizzato in collaborazione con Lazio innova e al quale hanno partecipato, tra gli altri, l’assessore allo Sviluppo Economico e Attività produttive, Guido Fabiani, il vice-sindaco esecutivo della Municipalità di Tianjin, Cui Jin Du, il vicedirettore generale del Dipartimento Regionale di Tianjin della Commissione Nazionale per lo Sviluppo e le Riforme, An Limin, e rappresentanti della Commissione Europea, che ha sostenuto l’iniziativa di cooperazione – ha costituito un’importante occasione di scambio e di confronto su alcune concrete opportunità di investimento emerse nei mesi passati nel corso dei precedenti incontri avvenuti tra le amministrazioni del Lazio e di Tianjin e oggi esposte da rappresentanti di imprese, enti e centri di ricerca del territorio laziale.

“Oltre a rinsaldare l’amicizia tra i nostri territori e darci l’occasione di mostrare la bellezza della nostra regione – ha detto l’assessore Fabiani introducendo i lavori del workshop – la visita di questi giorni è stata l’occasione per sviluppare in senso ancora più operativo le nostre relazioni e dare corpo alle molte ipotesi di lavoro impostate negli incontri pregressi”; e questo in vari campi, in quello industriale, così come in quelli della ricerca, del turismo, della cultura e del commercio.

Dopo l’intervento introduttivo di Cui Jin Du, e degli altri membri della delegazione cinese – i quali hanno in particolare illustrato la situazione economica della Municipalità di Tianjin, una realtà di circa 15 milioni di abitanti e 11.760 km², che costituisce l’interfaccia portuale di Pechino e di tutta la Cina del Nord, con un’economia molto dinamica e un Pil a due cifre – è stato quindi il momento dell’illustrazione di otto progetti imprenditoriali (le business proposal) che nei precedenti incontri sono stati vagliati e selezionati e che secondo i rappresentanti istituzionali di Tianjin hanno possibilità concrete di trovare adeguate controparti in Cina. Si tratta di progetti messi a punto da imprese, consorzi ed enti di ricerca in settori molto innovativi, dalla mobilità sostenibile all’energia, alle misurazioni di precisione alle verifiche sulla salubrità degli alimenti, solo per citarne alcuni.

Al termine dei lavori del workshop la delegazione cinese, accompagnata dall’assessore Fabiani ha incontrato il presidente Nicola Zingaretti per un breve scambio di vedute sui rapporti bilaterali.

Vai a tutte le notizie