ZeroEmission Rome 2012

ZeroEmission Rome 2012, la grande kermesse dedicataa energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici ed emission trading, in programma dal 5 al 7 settembre alla Fiera di Roma, conferma il grande successo espositivo dell’anno scorso. A tre mesi dall’inaugurazione, infatti, sono numerose le adesioni delle aziende all’edizione 2012, che si estenderà su una superficie espositiva di almeno 45.000 metri quadri espositivi, distribuiti su quattro padiglioni.   Questo risultato rafforza ulteriormente il ruolo della manifestazione quale punto di riferimento internazionale per coloro interessati a investire soprattutto nell’area del Mediterraneo - dove è la fiera leader - dei Balcani, del Sud ed Est Europa.   L’edizione 2012 di ZeroEmission Rome sarà caratterizzata da una forte internazionalità, grazie alla partecipazione di delegazioni provenienti da Albania, Argentina, Australia, Bulgaria, Cipro, Egitto, Giordania, Israele, Montenegro, Romania, Serbia, Slovenia e Sud Africa, che presenteranno in fiera le opportunità di investimento nei loro Paesi.   Oltre a Eolica ExpoMediterranean (energia dal vento) e PV Rome Mediterranean (tecnologie fotovoltaiche per il Mediterraneo), quest’anno la manifestazione si preannuncia ricca di novità, tra cui diversi settori merceologici, che la rendono ancora più completa e rappresentativa.   A ZeroEmission Rome 2012 sono infatti rappresentati: immagazzinamento dell’energia elettrica; impianti, tecnologie, macchinari, attrezzature e servizi per l’industria dell’energia pulita ricavata dal sottosuolo e dalle pompe di calore; tecnologie del fuoco; isolamento termico e acustico, domotica, illuminazione, certificazione energetica degli edifici, bioedilizia, case prefabbricate in legno, in un’ottica di efficienza energetica; energia idroelettrica e, in particolare, impianti mini idroelettrici.   Ritornano inoltre a ZeroEmission Rome 2012 Solartech (energia solare termica e termodinamica), Electric Cars,area dedicata alla mobilità sostenibile nella quale sono esposti veicoli elettrici (con la possibilità anche di effettuare dei test drive), centraline di ricarica e pensiline, Compomat Wind, l’area dei materiali compositi per l’industria eolica, eMyPartnering, un efficace strumento per il business one-to-one, che individua gli operatori più indicati per fissare incontri mirati durante i giorni di fiera.   Il programma di ZeroEmission Rome 2012 è arricchito da numerosi eventi quali, ad esempio: il Campionato Solare di Legambiente,una “competizione” tra i Comuni che valorizza i migliori risultati nella diffusione dell’energia solare; la presentazione del settimo rapporto “Gli italiani e il solare” (realizzato da Ipr Marketing e FondazioneUniverde); il Solar Pride, un evento che si propone di festeggiare, diffondere e sostenere l’energia solare (un’iniziativa della Fondazione Univerde e del suo presidente, Alfonso Pecoraro Scanio).   ZeroEmission Rome 2012 è completata da un programma di 70 conferenze, da sempre parte della formula vincente della manifestazione che, grazie alla partecipazione di qualificati rappresentanti del mondo istituzionale, accademico, associativo e imprenditoriale, offriranno interessanti opportunità di aggiornamento professionale.   “Siamo molto soddisfatti dei risultati già ottenuti, da considerare particolarmente significativi in considerazione dell’attuale difficile congiuntura economica - dichiara Marco Pinetti, presidente di Artenergy Publishing, la società organizzatrice – Ancora una volta ZeroEmission Rome 2012 sarà, quindi, l’appuntamento completo per la community della green economy, un’opportunità di business ma anche un ‘laboratorio’ di sviluppo sostenibile, a dimostrazione della sua capacità di rinnovarsi continuamente negli anni”.   Ulteriori informazioni su ZeroEmission Rome 2012 sono disponibili su www.zeroemissionrome.eu            

ZeroEmission Rome 2012, la grande kermesse dedicataa energie rinnovabili, sostenibilità ambientale, lotta ai cambiamenti climatici ed emission trading, in programma dal 5 al 7 settembre alla Fiera di Roma, conferma il grande successo espositivo dell’anno scorso. A tre mesi dall’inaugurazione, infatti, sono numerose le adesioni delle aziende all’edizione 2012, che si estenderà su una superficie espositiva di almeno 45.000 metri quadri espositivi, distribuiti su quattro padiglioni.

 

Questo risultato rafforza ulteriormente il ruolo della manifestazione quale punto di riferimento internazionale per coloro interessati a investire soprattutto nell’area del Mediterraneo – dove è la fiera leader – dei Balcani, del Sud ed Est Europa.

 

L’edizione 2012 di ZeroEmission Rome sarà caratterizzata da una forte internazionalità, grazie alla partecipazione di delegazioni provenienti da Albania, Argentina, Australia, Bulgaria, Cipro, Egitto, Giordania, Israele, Montenegro, Romania, Serbia, Slovenia e Sud Africa, che presenteranno in fiera le opportunità di investimento nei loro Paesi.

 

Oltre a Eolica ExpoMediterranean (energia dal vento) e PV Rome Mediterranean (tecnologie fotovoltaiche per il Mediterraneo), quest’anno la manifestazione si preannuncia ricca di novità, tra cui diversi settori merceologici, che la rendono ancora più completa e rappresentativa.

 

A ZeroEmission Rome 2012 sono infatti rappresentati: immagazzinamento dell’energia elettrica; impianti, tecnologie, macchinari, attrezzature e servizi per l’industria dell’energia pulita ricavata dal sottosuolo e dalle pompe di calore; tecnologie del fuoco; isolamento termico e acustico, domotica, illuminazione, certificazione energetica degli edifici, bioedilizia, case prefabbricate in legno, in un’ottica di efficienza energetica; energia idroelettrica e, in particolare, impianti mini idroelettrici.

 

Ritornano inoltre a ZeroEmission Rome 2012 Solartech (energia solare termica e termodinamica), Electric Cars,area dedicata alla mobilità sostenibile nella quale sono esposti veicoli elettrici (con la possibilità anche di effettuare dei test drive), centraline di ricarica e pensiline, Compomat Wind, l’area dei materiali compositi per l’industria eolica, eMyPartnering, un efficace strumento per il business one-to-one, che individua gli operatori più indicati per fissare incontri mirati durante i giorni di fiera.

 

Il programma di ZeroEmission Rome 2012 è arricchito da numerosi eventi quali, ad esempio: il Campionato Solare di Legambiente,una “competizione” tra i Comuni che valorizza i migliori risultati nella diffusione dell’energia solare; la presentazione del settimo rapporto “Gli italiani e il solare” (realizzato da Ipr Marketing e FondazioneUniverde); il Solar Pride, un evento che si propone di festeggiare, diffondere e sostenere l’energia solare (un’iniziativa della Fondazione Univerde e del suo presidente, Alfonso Pecoraro Scanio).

 

ZeroEmission Rome 2012 è completata da un programma di 70 conferenze, da sempre parte della formula vincente della manifestazione che, grazie alla partecipazione di qualificati rappresentanti del mondo istituzionale, accademico, associativo e imprenditoriale, offriranno interessanti opportunità di aggiornamento professionale.

 

“Siamo molto soddisfatti dei risultati già ottenuti, da considerare particolarmente significativi in considerazione dell’attuale difficile congiuntura economica – dichiara Marco Pinetti, presidente di Artenergy Publishing, la società organizzatrice – Ancora una volta ZeroEmission Rome 2012 sarà, quindi, l’appuntamento completo per la community della green economy, un’opportunità di business ma anche un ‘laboratorio’ di sviluppo sostenibile, a dimostrazione della sua capacità di rinnovarsi continuamente negli anni”.

 

Ulteriori informazioni su ZeroEmission Rome 2012 sono disponibili su www.zeroemissionrome.eu

 

 

 

 

 

 

Vai a tutte le notizie