Cina: esenzione della tassa per servizi in outsourcing in vigore fino al 2013

3 giugno 2011 L'esenzione fiscale sulla business tax per le attività di outsourcing offshore resta in vigore fino al 2013 I ministeri economici cinesi (quello delle finanze e del commercio) e la corrispondente Agenzia delle entrate hanno chiarito, attraverso il comunicato relativo all'esenzione della Business Tax per le attività di Outsourcing Offshore nelle città pilota che tale agevolazione fiscale risulta essere ancora vigente.

3 giugno 2011

L’esenzione fiscale sulla business tax per le attività di outsourcing offshore resta in vigore fino al 2013

I ministeri economici cinesi (quello delle finanze e del commercio) e la corrispondente Agenzia delle entrate hanno chiarito, attraverso il comunicato relativo all’esenzione della Business Tax per le attività di Outsourcing Offshore nelle città pilota che tale agevolazione fiscale risulta essere ancora vigente.

 

Con l’espressione outsourcing si intende definire un modello aziendalistico con cui i processi di business di una azienda sono trasferiti ad un’altra azienda (esterna). Se la produzione di un lavoro è concesso ad un ente terzo dello stesso Paese si parla di outsourcing onshore mentre nel caso in cui la produzione è destinata ad un soggetto di un Paese estero si parla di outsourcing offshore.

La Repubblica popolare, secondo i dati del ministero del commercio cinese, è in continua espansione, seconda soltanto all’India, circa i servizi dati in outsourcing.

Dai numeri, infatti, emerge che i ricavi derivanti da tali attività sono cresciuti nella misura del 151.9% (per un valore di 10.1 miliardi di dollari).

 

Clicca qui per leggere tutta la notizia

 

Fonte

FiscoOggi – il giornale on line dell’Agenzia delle Entrate

www.nuovofiscooggi.it

Vai a tutte le notizie