Sace: Rapporto Export 2010-2014

dicembre 2010 SACE - Rapporto Export 2010-2014 Le prospettive per le esportazioni italiane Il Rapporto SACE analizza le prospettive delle esportazioni italiane nel periodo 2010 - 2014. Il pieno recupero delle esportazioni italiane di beni e servizi, in valore, sarà raggiunto solo nel primo trimestre del 2013 quando si tornerà al livello dei primi tre mesi del 2008.

dicembre 2010

SACE – Rapporto Export 2010-2014
Le prospettive per le esportazioni italiane

Il Rapporto SACE analizza le prospettive delle esportazioni italiane nel periodo 2010 – 2014. Il pieno recupero delle esportazioni italiane di beni e servizi, in valore, sarà raggiunto solo nel primo trimestre del 2013 quando si tornerà al livello dei primi tre mesi del 2008.

 

 sace
Abstract

La crescita del commercio internazionale attesa per il 2010, pari al 12,5%, è molto più elevata della dinamica del PIL mondiale prevista al 4,4% (e al 4,2% nel 2011).

 

Dopo una caduta delle vendite italiane all’estero di beni e servizi del 19,5% nel 2009, si prevede una crescita del 7,1% nel 2011. La performance dell’export di beni registrerà, in media, una crescita dell’8,3% nel triennio, superiore a quella prevista per i servizi. Questa dinamica non frenerà tuttavia la graduale perdita di quote di mercato per il nostro paese.

 

Vi saranno cambiamenti nella struttura geografica delle esportazioni anche se il mutamento atteso sarà lento in relazione alle trasformazioni del commercio mondiale:

– la quota di export verso i paesi avanzati continuerà a diminuire (al 58% nel 2014, dal 61% del 2009)
– aumenterà il peso delle economie emergenti “avanzate”, tra cui i paesi BRIC e, tra gli altri, Turchia, Corea del Sud e Polonia.

Le previsioni indicano un incremento della quota sull’export totale di beni intermedi (dal 27,3% al 30%) e di investimento (dal 40,7% al 41,5%), con una riduzione del peso dei beni di consumo.

 

Le prospettive migliori per il made in Italy più tradizionale riguarderanno i mercati emergenti “avanzati”. Le previsioni indicano infatti una crescita ben superiore a quella media per tutti e tre i settori più tradizionali:

– alimentari e bevande (+6,4% la media nel quinquennio 2010-14)
– mobili (+7,3%)

– moda (+6,7%)

 

Download

SACE – Rapporto Export 2010-2014

 

SACE: Analisi e Ricerche

La Divisione Studi economici e relazioni istituzionali è il team di economisti di SACE che analizza i trend economici internazionali e monitora i rischi globali.

Le principali attività svolte sono:

L’analisi dei rischi paese
La definizione delle Condizioni di Assicurabilità di SACE
L’analisi dei mercati e dei settori mondiali
Lo studio dell’economia italiana e delle strategie di internazionalizzazione delle sue imprese

 

Info: ufficio.studi@sace.it

Vai a tutte le notizie