Vetrina progetti italiani animazione 2010

Roma, 11 - 12 marzo 2010 Cartoon Lazio e Cartoon Italia, in collaborazione con Regione Lazio e Sviluppo Lazio, promuovono per il secondo anno consecutivo la "Vetrina dei progetti italiani d’animazione", un appuntamento a carattere internazionale destinato ai professionisti italiani e laziali del cinema d’animazione con lo scopo di far incontrare i produttori di contenuti con potenziali co-produttori e distributori.

cartoon lazio 2010Roma, 11 – 12 marzo 2010

Cartoon Lazio e Cartoon Italia, in collaborazione con Regione Lazio e Sviluppo Lazio, promuovono per il secondo anno consecutivo la “Vetrina dei progetti italiani d’animazione“, un appuntamento a carattere internazionale destinato ai professionisti italiani e laziali del cinema d’animazione con lo scopo di far incontrare i produttori di contenuti con potenziali co-produttori e distributori.

 

L’incontro si è svolto l’11 e il 12 marzo presso lo Spazio Informale di Via dei Cerchi, 75 e ha coinvolto i responsabili dei maggiori network televisivi nazionali e i rappresentanti di alcuni tra i più significativi network internazionali che hanno preso parte alle sessioni di Pitching durante le quali le aziende italiane e laziali hanno presentato i loro progetti di animazione in fase di produzione e pre – produzione.

La manifestazione è stata realizzata in preparazione del Cartoon Forum, che si terrà dal 14 al 17 settembre 2010 in Ungheria, e che rappresenta l’appuntamento annuale per i produttori europei d’animazione, nel quale vengono decisi progetti di produzione e co-produzione internazionale da finanziare con il contributo dell’UE e che vede la partecipazione di tutte le figure chiave dell’industria europea dell’animazione.

La Vetrina di Roma è stata l’occasione per testare la validità dei progetti e suscitare l’interesse a co-produrre e distribuire i prodotti da parte degli operatori presenti; è stata inoltre l’occasione per presentare le principali aziende italiane e laziali del settore dell’animazione, le loro attività ed i loro più recenti progetti ad una platea specializzata di addetti ai lavori e giornalisti.

La presentazione dei progetti è stata preceduta da un pomeriggio di lavori con incontri di approfondimento su temi di interesse delle aziende, con la partecipazione di rappresentanti delle Istituzioni preposte al sostegno alle imprese ed esperti del settore.

 

pdfdownload programma

 

Giovedì 11 marzo

ore 17.00 – Saluto della Regione Lazio, della Provincia di Roma e di Cartoon Italia

ore 17.30 – Introduzione
Cartoon Lazio: l’Animazione, le Istituzioni e le politiche locali
Francesco D’Ausilio, Presidente Cartoon Lazio
Le opportunità di business del settore
Agostino Clemente, Vice Presidente Cartoon Italia

ore 18.00 – Gli strumenti e le agevolazioni finanziarie regionali a sostegno della filiera
Pierpaola D’Alessandro, Direttore Affari Industriali Agenzia Sviluppo Lazio S.p.A.
Alberto Pasquale, Senior Advisor con Filas – Finanziaria Laziale di Sviluppo

ore 19.00 – Crisi e opportunità: il modello cooperativo
Alessandro Viola, Compagnia Finanziaria Industriale

ore 20.00 – Aperitivo

 

Venerdì 12 marzo

Saluti di Francesco Manfio, Presidente Cartoon Italia
ore 10.00 – 13.00 – Vetrina dei progetti e b2b
ore 13.30 – Lunch

 

AZIENDE LAZIALI

AZIENDE NAZIONALI

DISTRIBUTORI/BUYER

Adamzero
Animundi
Animapolis
Beyontech
Citrullo International
Clemente & Partners
Digital Video
Gertie
Graphilm
Justeleven
Mace Studio
Musicartoon
MatitAnimata
Nanology
Ninap
Pool Factory
Proxima sfx
Red Whale
Romanimata
Subliminal
Toptoon
T-Rex Digimation
Videa

DeMas
Enarmonia
Gruppo Alcuni
Graffiti
IdeAnimation
Lanterna Magica
Melazeta
Sample
Stranemani

Cartoon Network
De Agostini Distribuzione
Disney Channel
Nickelodeon
Raisat
Rai Fiction

 

INFORMAZIONI

SprintLazio

c/o Sviluppo Lazio SpA – Internazionalizzazione e Estero

Via V. Bellini, 22 – 00198 Roma

Tel +39 06.84568.482/291 – Fax +39 06.84568.217

E-mail: sprintlazio@agenziasviluppolazio.it

 

Riferimento per il progetto

mail Emanuela Papitto

   

CARTOON LAZIO

Associazione delle aziende e dei professionisti dell’animazione del Lazio

L’Associazione Cartoon Lazio, nata nel 2009 in raccordo con l’associazione nazionale Cartoon Italia, riunisce aziende e professionisti del Lazio con l’obiettivo di collegare esperienze e attivare una rete di cooperazione regionale per assistere e promuovere la crescita e la valorizzazione delle imprese e dei professionisti nella nostra regione. A tale scopo, l’Associazione organizza una serie di iniziative atte a supportare il percorso imprenditoriale sia delle imprese associate che del comparto in generale.

 

LA PRODUZIONE AUDIOVISIVA IN ANIMAZIONE NEL LAZIO

Il comparto della produzione audiovisiva in animazione ha nel Lazio dimensioni di tutto rispetto.
Sono circa 25 le imprese aventi sede nella nostra Regione che hanno come “core business” attività legate al settore dell’animazione, indipendentemente dal rispettivo posizionamento lungo la “filiera”: servizi alla produzione, produzione, post-produzione, distribuzione. Di fatto, nel Lazio si concentra circa un 50 % delle società di animazione di tutta Italia. La forza-lavoro coinvolta nella filiera animazione è nell’ordine di circa 1.000 professionisti.
Sulla base di una stima curata da IsICult (Istituto italiano per l’Industria Culturale) il fatturato complessivo delle imprese attive nel Lazio si colloca attualmente nell’ordine dei 100 milioni di euro (considerando anche i business extra-animazione delle imprese comunque attive nel settore). Si tratta di numeri assolutamente rilevanti, nell’economia dell’industria audiovisiva nazionale, anche per le ricadute significative nell’indotto e per le positive interazioni con altri segmenti della filiera audiovisiva: cinema, fiction, effetti speciali, videogames, educational, pubblicità, crossmedialità.

Le capacità naturali del tessuto delle imprese dell’animazione del Lazio sono potenziate da una politica mediale particolarmente innovativa messa in atto dalla Regione, su vari fronti: dagli aiuti alle piccole e medie imprese (interventi Filas nella produzione cinematografica e audiovisiva: dal “venture capital” al sostegno all’internazionalizzazione, senza dimenticare il rimborso Iva per i produttori stranieri) alla formazione professionale (il Polo Formativo per il Cinema e l’Audiovisivo) alla costruzione di politiche di distretto industriale (Distretto Tecnologico per i Beni e le Attività Culturali, etc.)
La Regione Lazio si pone ormai come Regione “benchmark” nel panorama delle politiche culturali e mediali nazionali e come un esempio che suscita interesse anche a livello europeo, sia per l’intensità economico-finanziaria dell’intervento sia per le differenziate forme sperimentali di azione.
Le attività professionali-artistiche-imprenditoriali che ruotano intorno alla ideazione, produzione, commercializzazione di “cartoni animati” possano divenire un punto di riferimento per le politiche di sviluppo economico-industriale del Lazio. Uno dei punti di forza dell’animazione è la capacità di superare, meglio di altri prodotti dell’audiovisivo, le barriere linguistiche, e quindi di divenire strumento di internazionalizzazione industriale.
In una fase recessiva dell’intero sistema economico nazionale, sono proprio i settori a maggiore tasso di innovazione a divenire i potenziali volani di un rinnovato sviluppo: peraltro, l’analisi storica dei cicli economici evidenzia come, anche nelle fasi di crisi, il consumo di immaginario (e specificamente di immagini) non si riduce, anzi è evidente come la gente cerchi nei prodotti delle “fabbriche di sogni” il carburante emozionale per reagire alle difficoltà dell’esistente.

Vai a tutte le notizie