Convegno – Investire nel Mediterraneo: opportunità e strumenti

Roma, 3 Aprile 2008Unioncamere - sala Longhi piazza Sallustio, 21 Fare il punto sulle attuali opportunità di investimento nell’area mediterranea e fornire strumenti alle imprese. Sono queste le principali tematiche che saranno affrontate nell’incontro organizzato dalla Fondazione della Regione Lazio, Casa delle Regioni del Mediterraneo, in collaborazione con Sviluppo Lazio e Unioncamere.

Roma,  3 Aprile 2008

Unioncamere – sala Longhi  piazza Sallustio, 21

Fare il punto sulle attuali opportunità di investimento nell’area mediterranea e fornire strumenti  alle imprese. Sono queste le principali tematiche che saranno affrontate nell’incontro organizzato dalla Fondazione della Regione Lazio, Casa delle Regioni del Mediterraneo, in collaborazione con Sviluppo Lazio e Unioncamere.

 Programma dell'incontro

 

L'EVENTO

 

Una giornata dedicata, in particolar modo, alle piccole e medie imprese e che nasce con un intento dichiarato: quello di essere innanzitutto uno strumento di lavoro che vuole offrire un supporto pratico e immediatamente utilizzabile a chiunque intenda intraprendere, o incrementare, i rapporti commerciali con i Paesi del Mediterraneo (in particolare con quelli della sponda Sud).

Opportunità e strumenti, due momenti diversi, ma strettamente interconnessi, della giornata. Prima il saluto del presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo. Poi l’introduzione del direttore generale della Fondazione Casa delle Regioni del Mediterraneo, Michele Achilli. A seguire, un articolato percorso che nel convegno parte dalle politiche governative, nazionali e regionali, dedicate alla specifica internazionalizzazione (con il viceministro degli Affari esteri, Ugo Intini, e l’assessore regionale alla Pmi, commercio e artigianato, Francesco De Angelis) e alla loro attuazione (con Leopoldo Franza – dirigente del ministero del Commercio internazionale).
Un cappello necessario per arrivare a sentire chi giornalmente lavora sul campo, ai massimi livelli, e ha il polso costante della situazione degli investimenti esteri rivolti al Mediterraneo.

Fare il nome dei partecipanti e delle strutture, pubbliche e private, che essi rappresentano significa ripercorrere la storia della pmi in Italia; immergersi in una realtà fatta di eccellenza, impegno e professionalità; e, infine, guardare al futuro e riflettere sempre di più sul fatto che la globalizzazione dei mercati impone all’associazionismo e all’imprenditore nuove scelte, perché il 2010 è vicino.

La prima parte del convegno sarà orientata all’analisi dei nuovi scenari economico/commerciali. Si parlerà delle recenti prospettive, di problematiche attuali, di possibili strategie e dello specifico supporto offerto dalle istituzioni alle pmi in termini di informazioni e servizi.

Interverranno: Gianluca Lo Presti (direttore generale di Sviluppo Lazio), Marco Cimini (direttore del dipartimento Promozione dell’internazionalizzazione dell’Ice), Antonio Paoletti (presidente di Euro-Med TDS), Aurelio Regina (consigliere incaricato per le tematiche internazionali dell’Unione degli industriali e delle imprese di Roma – Confindustria), Cesare Cocchi (presidente Confartigianato Lazio), Sandro Pettinato (dirigente area internazionalizzazione, finanza e infrastrutture di Unioncamere nazionale).

Nel pomeriggio si analizzeranno quegli strumenti  che possono concretamente supportare idee e progetti nell’ottica di internazionalizzazione dei rapporti commerciali. Si presenteranno opportunità spesso poco conosciute o sottoutilizzate, si discuterà di finanziamenti dell’Ue, di attività di sostegno, di agevolazioni finanziarie, di assistenza ai progetti. Senza tralasciare di parlare del ruolo del sistema finanziario e bancario nel quadro di espansione dei rapporti economici italo-arabi.
Nella seconda parte interverranno: Antonio de Capoa (titolare dello Studio legale de Capoa e associati e autore della guida ai finanziamenti che verrà distribuita durante il convegno), Claudio Leone (responsabile Unioncamere di Bruxelles), Marco Rosati (Advisory and Business Dept. – Simest), Livio Mignano (Head of Financial Institutions – Sace), Daniel Rossi (Responsible for Energy & Environment Program Unido ITPO Italy), Hatem Abou Said (consigliere di amministrazione dell’European Islamic Investment Bank Pcl). 

Un convegno che vuole informare, suggerire, convincere, favorire gli investimenti delle pmi italiane. Investimenti che, pur toccando l’economia, contribuiscono a far dialogare i popoli.
Proprio quest’ultimo è lo scopo della Fondazione Casa delle Regioni del Mediterraneo presieduta dal presidente Piero Marrazzo e guidata dal direttore generale Michele Achilli. La Fondazione, che ha sede nella prestigiosa villa Piccolomini di Roma, è nata da un’iniziativa della Regione Lazio oltre un anno fa. Dare un segnale forte di pace, apertura e comunicazione sono gli ambiziosi obiettivi di quest’ente che ha creato un luogo di incontro e di dialogo aperto a tutte le Regioni, a tutte le università, a tutti i giovani dei Paesi che si affacciano sul Mare nostrum.
Il Lazio è una “Regione di mezzo” che si trova al centro dell’Italia e nel cuore del Mediterraneo. Ed è una Regione che vuole giocare un ruolo di primo piano nel riavvio del processo di integrazione euro-mediterranea attraverso il fondamentale apporto delle realtà locali.

 

Per ulteriori informazioni:
Landolfo Landolfi      
Responsabile comunicazione
Fondazione Casa delle Regioni del Mediterraneo  

l.landolfi@caremediterraneo.org

via Aurelia Antica, 164 
00165 Roma
06 3936551 – fax 06 39674140
l.landolfi@caremediterraneo.org 

Vai a tutte le notizie