menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Progetti e Iniziative

pubblicato giovedì 14 novembre 2019

Manifestazione di interesse per la partecipazione alla 14a edizione di Arti e Mestieri Expo 2019

Fiera di Roma, dal 12 al 15 dicembre 2019

La Regione Lazio, Unioncamere Lazio e la CCIAA di Roma promuovono, nell’ambito della Convenzione per la partecipazione congiunta a manifestazioni fieristiche, la partecipazione in collettiva ad Arti & Mestieri Expo dal 12 al 15 dicembre 2019 si svolgerà presso la Fiera di Roma.

Arti & Mestieri Expo è una mostra-mercato dedicata all’artigianato e all’enogastronomia, che vede protagonisti gli artigiani e i piccoli imprenditori che tengono alta la tradizione di eccellenza e di qualità dei propri prodotti e la tipicità dei propri territori.

L’iniziativa regionale si rivolge a PMI del settore dell’artigianato artistico e, in un numero selezionato, a PMI artigiane del settore agroalimentare.

Si ricorda che la fiera è aperta al pubblico ed è consentita la vendita.

 “Settori Prioritari Ammessi”

ARTIGIANATO ARTISTICO E TRADIZIONALE settori previsti art. 14 della L.R. 10/2007:

• Cuoio e tappezzeria;

• Decorazioni;

• Fotografia

• Riproduzione disegni e pittura;

• Legno ed affini;

• Metalli comuni;

• Metalli pregiati, pietre preziose, pietre dure e lavorazioni affini;

• Restauro;

• Strumenti musicali;

• Tessitura, ricamo ed affini;

• Vetro, ceramica, pietra ed affini.

AGROALIMENTARE:

- Prodotti di qualità riconosciuti e/o tutelati a livello regionale, nazionale e comunitario dalla seguente normativa:

- Prodotti ottenuti con il metodo dell’agricoltura biologica come disciplinato dal REG CEE n. 834/07 (ex 2092/91) e successive modifiche ed integrazioni, comprese le produzioni zootecniche (REG CE n. 1804/99);

- Prodotti con Denominazioni di Origine Protetta (DOP), Indicazione Geografica Protetta (IGP) o Specialità Tradizionale Garantita (STG) riconosciute ai sensi del REG CE n.510/06, 509/06 e delle normative nazionali;

- Vini a denominazione di origine ed indicazione geografica DOP e IGP (ex menzioni storiche DOC, DOCG ed IGT), ai sensi del REG. CE 1234/07 e del Decreto Legislativo 8 aprile 2010, n. 61;

- Prodotti tradizionali ai sensi del D.M. 350/99 del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

La selezione delle manifestazioni di interesse avverrà ad insindacabile giudizio di un Comitato tecnico composto dagli organizzatori fieristici e, in caso di parità di posizionamento, si darà priorità secondo i seguenti criteri:

  • ordine di arrivo delle domande;
  • principio di alternanza rispetto alla partecipazione alle precedenti edizioni;
  • sede legale e/o operativa nei Comuni rientranti nella zona del cratere sismico. Tali aziende saranno esentate dal pagamento della quota di iscrizione (Legge n. 45 del 07/04/2017 conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 9 febbraio 2017, n. 8).

Sarà comunque predisposta una graduatoria delle domande ammesse alla quale si attingerà qualora si dovessero registrare delle rinunce.

Per le aziende selezionate l’affitto dello spazio espositivo preallestito è gratuito, mentre rimangono a carico delle imprese il pagamento della quota di iscrizione pari ad € 350,00 +IVA, ad eccezione delle imprese della zona del cratere sismico come sopra specificato, nonché ogni ulteriore servizio extra che sarà quotato sulla base del listino prezzi.

Le imprese ammesse riceveranno, successivamente, apposita comunicazione riguardo l’allestimento del proprio stand e saranno quindi invitate ad effettuare il versamento della quota di iscrizione secondo i termini e le modalità contenute nella stessa. Il mancato rispetto dei termini comporterà l’esclusione dell’azienda.

Le aziende interessate a partecipare dovranno effettuare la registrazione entro e non oltre lunedì 25 novembre 2019 ore 12.00 al seguente link http://www.laziointernational.it/polls.asp?p=256

Regione Lazio, Unioncamere Lazio e Camera di Commercio di Roma si riservano la possibilità, qualora le circostanze lo consentano, di riaprire i termini di presentazione delle manifestazioni di interesse dandone opportuna diffusione sui rispettivi siti istituzionali e su tutti i canali di comunicazione utilizzati per promuovere le iniziative. Si segnala, inoltre, che la suddetta manifestazione di interesse non vincola gli Enti promotori che si riservano, in qualsiasi momento, di poter annullare, qualora le circostanze lo richiedessero, l’organizzazione della collettiva alla Fiera in oggetto.

Condizioni di ammissibilità

L’impresa deve essere regolarmente iscritta al Registro Imprese di una delle Camere di Commercio del Lazio e deve essere in regola, al momento della presentazione della domanda o comunque entro i termini di chiusura della call, con il pagamento del diritto annuale e con la dichiarazione dell’attività esercitata. Possono partecipare le imprese che abbiano la propria sede legale, amministrativa, operativa o almeno una unità locale nel territorio del Lazio. Sono escluse dalla partecipazione le imprese morose nei confronti degli organizzatori per somme relative a precedenti manifestazioni, ovvero morose nei confronti di altri organismi in collaborazione con i quali gli organizzatori promuovono le iniziative.

Aiuto “de minimis”

Le agevolazioni di cui alla Call sono concesse sulla base del Regolamento UE n. 1407/2013 della Commissione Europea del 18 dicembre 2013, relativo all’applicazione degli articoli 107 e 108 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea agli aiuti di importanza minore (de minimis), pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea L 352 del 24 dicembre 2013.

A seguito dell’obbligo di consultazione preventiva e di implementazione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, di cui al Regolamento MISE n. 115 del 31 maggio 2017, gli importi relativi alle agevolazioni concesse verranno conseguentemente inseriti nel suddetto Registro, fino ad un importo di circa € 3.000,00 (tremila/00) per azienda.

Come previsto dall’art. 3 par. 7 dello stesso Regolamento, qualora la concessione di nuovi aiuti de minimis comporti il superamento dei massimali previsti, nessuna delle nuove misure di aiuto può beneficiare del Regolamento.

Si ricorda che l’importo massimo delle agevolazioni in regime “de minimis” che possono essere concesse ad una medesima impresa in un triennio (l’esercizio finanziario in corso e i due precedenti), senza la preventiva notifica ed autorizzazione da parte della Commissione Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di concorrenza tra le imprese, è pari a € 200.000,00.

In caso di superamento delle soglie predette, l’agevolazione suindicata non potrà essere concessa, neppure per la parte che non superi detti massimali.

Si fa presente che ciascuna impresa può monitorare l’importo delle agevolazioni in regime “de minimis” di cui ha beneficiato a far data dal 12 agosto 2017, sul sito del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato nella sezione Trasparenza al seguente link:

https://www.rna.gov.it/RegistroNazionaleTrasparenza/faces/pages/TrasparenzaAiuto.jspx

PRIVACY

I dati forniti saranno trattati dagli organizzatori in osservanza di quanto disposto dal Regolamento UE 679/2016 sulla protezione dei dati personali.

Per informazioni rivolgersi a:

Per la Regione Lazio a Lazio Innova S.p.A. - Internazionalizzazione, Cluster & Studi:

- e-mail: internazionalizzazione@lazioinnova.it

- tel. 06.6051.6629;