menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Notizie

Argomenti

pubblicato mercoledì 11 ottobre 2017

“Lifeseeder”: il crowdfunding del Life Science

Torino, dal 11 al 13 ottobre 2017
“Lifeseeder”: il crowdfunding del Life Science

Si è aperta l’11 ottobre a Torino la IV edizione del Meet in Italy for life sciences. Dopo il successo dell’edizione 2016, svoltasi a Roma, la manifestazione conta quest’anno 388 presenze di cui 119 provenienti dall estero; 27  i fondi provenienti da Cina, Canada Finlandia Gran Bretagna Israele Turchia Gran Bretagna Corea del Sud  Francia; 18 i workshop in programma.

Il Lazio è presente con 29 tra aziende centri ricerca e startup che svilupperanno oltre 180 incontro B2B.

Nel primo giorno di Meet in Italy è stato presentata LifeSeeder, la prima piattaforma italiana di crowdfunding dedicata esclusivamente a progetti e idee nel settore Life Science. Promossa dal Cluster C.H.I.CO., la piattaforma punta far incontrare imprese in cerca di nuovi capitali e con idee innovative e investitori del settore per colmare un gap che ancora esiste nel nostro Paese.

"In Italia - spiega Fabio Miraglia presidente di C.H.I.CO, - le idee e le capacità ci sono ma ci sono due passi ulteriori da fare, la connessione tra i progetti e la ricerca e la capacità di presentarli in ambito finanziario". Questo il passaggio in più che LifeSeeder vuole fare.

"A novembre 2016 - racconta Miraglia - siamo partiti con C.H.I.CO Sinergye che ci ha portati nelle università alla ricerca di progetti e idee interessanti nel settore Life Science. Ne abbiamo raccolti 58 in tutti i campi delle scienze della vita, dall'Ict applicato a questo settore all'agrifood alla nutriceutica. Ora - spiega ancora - stiamo analizzando questi progetti e quelli che verranno giudicati fattibili e con buone prospettive saranno lanciati sulla piattaforma per il crowdfunding". I progetti vengono valutati preliminarmente da un comitato tecnico scientifico e sottoposti anche a un primo riscontro di mercato per valutarne la sostenibilità, l'innovazione e la possibilità di successo. Una sorta di "palestra - conclude Miraglia - dove le idee possono crescere e essere realizzate".