menu di scelta rapida

torna al menu di scelta rapida

Progetti e Iniziative

pubblicato giovedì 16 settembre 2021

EXPO 2020 Dubai per l’Agroindustria – Richiesta manifestazione di interesse per la partecipazione all’iniziativa “ITALIAN FOOD AND BEVARAGE IN THE GULF” e alla Fiera Speciality Food di Dubai. Selezione di aziende del settore.

Dubai, dal 01/10/2021 al 30/03/2022
EXPO 2020 Dubai per l’Agroindustria – Richiesta manifestazione di interesse per la partecipazione all’iniziativa “ITALIAN FOOD AND BEVARAGE IN THE GULF” e alla Fiera Speciality Food di Dubai. Selezione di aziende del settore.

La Regione Lazio, nel quadro delle attività che sta mettendo in campo a favore del sistema economico-produttivo in occasione della prossima partecipazione all’Esposizione Universale che si svolgerà nella capitale emiratina dal 1 ottobre 2021 al 30 marzo 2022, seleziona Aziende del settore dell’Agroindustria per la partecipazione al progetto di internazionalizzazione “Italian Food and Bevarage in the Gulf” ed alla Fiera Speciality Food, iniziativa di promozione del settore nei paesi Arabi.  

L’attività è promossa dall’Assessorato Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Start – Up e Innovazione e dall’Assessorato Agricoltura, Foreste, Promozione della Filiera e della Cultura del Cibo, Pari Opportunità della Regione Lazio, in collaborazione con ARSIAL, Agenzia Regionale per lo Sviluppo e l'Innovazione dell'Agricoltura del Lazio e con Agro Camera.

Il progetto, della durata di 6 mesi, prenderà avvio ad ottobre 2021 e si concluderà nel marzo 2022.

 “Italian Food and Bevarage in the Gulf” è una iniziativa a favore dell’Export e dell’Internazionalizzazione della filiera dell’Agroindustria, organizzata dalla Camera di Commercio Italiana negli Emirati Arabi, Advisor tecnico della Regione Lazio, finalizzata a sostenere le imprese laziali del settore Agrifood che intendono approcciarsi in maniera sistematica ad un mercato ricco e competitivo come quello dei Paesi del Golfo. I dati, infatti, dimostrano che operatori e buyer apprezzano i prodotti Made In Itlay e che I’Italia è il secondo paese europeo per esportazioni negli EAU.

La presente Call è rivolta alle imprese del Lazio operative nella filiera del food and beverage (ad esclusione di imprese che trattano derivati da carne suina) e che si posizionano  nella fascia medio/medio alta del mercato.  

Il progetto prevede la selezione di aziende nel rispetto dei seguenti criteri:

  • sito internet in inglese,

  • rappresentante fluent in english,

  • fatturato minimo 500.000 euro all’anno 2017, 2018, 2019,

  • minimo 15% export sul fatturato 2017, 2018, 2019,

  • minimo 1 o 2 presenze in loco fiera Speciality Food, 7-9 novembre 2021.

La selezione avverrà ad insindacabile giudizio di una commissione di valutazione composta da Rappresentanti della Camera di Commercio Italiana negli EAU.

Le imprese selezionate potranno usufruire per una durata di 6 mesi dei seguenti servizi:

  1. L’assegnazione di un manager commerciale residente a Dubai, dedicato alla promozione dell’Azienda e dei Prodotti nell’intera Area del Golfo tramite contatto diretto e formazione iniziale.

  2. L’Azienda avrà a disposizione per 6 mesi un proprio rappresentante presso la sede della Camerale a Dubai al fine di fornire garanzia iniziale ai Buyer locali.

  3. Utilizzo di una piattaforma B2B digital export per 6 mesi, usata come trampolino di lancio per presentare i propri prodotti e la propria azienda, anche agli altri paesi del Golfo come Arabia Saudita, Oman, Kuwait e Baharein.

  4. Partecipazione alla Fiera Speciality Food che si svolgerà dal 7 al 9 novembre, all’interno di una  collettiva laziale, all’interno dell’Area Italia IICUAE. Nel corso delle tre giornate di fiera, Chef internazionali e Ristoratori di Dubai presenteranno le loro creazioni, avvalendosi anche dei prodotti delle aziende laziali.

Le imprese interessate a partecipare dovranno effettuare la registrazione entro e non oltre il 26 settembre 2021 al seguente link http://www.laziointernational.it/polls.asp?p=374

Si comunica che le spese che sosterranno gli organizzatori per la partecipazione all’iniziativa in oggetto, saranno da considerarsi quale “Aiuto in regime de minimis”, ai sensi del Regolamento UE n. 1407/2013.

Si ricorda che l’importo massimo delle agevolazioni in regime “de minimis” che possono essere concesse ad una medesima impresa in un triennio (l’esercizio finanziario in corso e i due precedenti), senza la preventiva notifica ed autorizzazione da parte della Commissione Europea e senza che ciò possa pregiudicare le condizioni di concorrenza tra le imprese, è pari a Euro 200.000,00.

In caso di superamento delle soglie predette, l’agevolazione suindicata non potrà essere concessa, neppure per la parte che non superi detti massimali.

Nel caso l’agevolazione dovesse essere dichiarata incompatibile con le norme del trattato sul funzionamento dell’UE dalla Commissione Europea e l’impresa dovesse risultare destinataria di aiuti di Stato per un importo superiore a tali 

soglie, sarà soggetta al recupero della totalità dell’agevolazione concessa, e non solo della parte eccedente la soglia “de minimis”.

A seguito dell’obbligo di consultazione preventiva e di implementazione del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato, di cui al Regolamento MISE n. 115 del 31 maggio 2017, gli importi relativi alle agevolazioni concesse verranno conseguentemente inseriti nel suddetto Registro, fino ad un importo massimo di € 3.500,00 (tremilacinquecento,00) per azienda.

Si richiede, infine, alla startup di comunicare agli organizzatori se ha beneficiato, nell’esercizio finanziario in corso e nei due esercizi finanziari precedenti, di aiuti a titolo “de minimis” ed in caso affermativo di specificare importo, ente erogatore e data.

 

Per informazioni rivolgersi a Lazio Innova SpA - Internazionalizzazione, Cluster & Studi, tel. 06-605160 email: internazionalizzazione@lazioinnova.it